Europa e oltre

Meno del 5% dell’accordo Ue/UK è stato rinegoziato!

Cosa è stato rimosso dall'accordo di maggio e cosa lo ha sostituito ce lo spiega SOLO il Guardian e NESSUNA testata italiana.

90Letture

Mentre i parlamentari inglesi si preparano a votare l’accordo di recesso dell’UE da parte di Boris Johnson, l’analisi di Guardian mostra che meno del 5% dell’accordo originale è stato rinegoziato, nonostante sia stato respinto dal parlamento tre volte.
Solo 15 pagine principali dell’accordo di recesso originale di 293 pagine sono correlate al controverso protocollo sull’Irlanda / Irlanda del Nord , comunemente noto come backstop irlandese. Questa è l’unica parte dell’accordo di recesso che è stato rinegoziato, sebbene siano state apportate modifiche alla dichiarazione politica non vincolante che la accompagna.
Inoltre, sono state rimosse 11 pagine di allegati relativi al backstop originale irlandese.
Le modifiche più significative sono state le nuove sezioni sul territorio doganale del Regno Unito e la circolazione delle merci. Una notevole rimozione è stata una sezione che impegna l’UE e il Regno Unito a “tentare” di concludere un nuovo accordo entro il 31 dicembre 2020.

Questo, quindi, è l’accordo riveduto che il parlamento dovrà approvare sabato. Per far passare Johnson, deve convincere alcuni degli oltre 70 parlamentari che si ritengono indecisi.

Qui tutti i dettagli analizzati dal Guardian

Josh Holder | The Guardian | 18.10.2019

Lascia un commento

IV scadenza: L’INGLESE NON È PIÙ LINGUA DELL’UE TRA -23 Giorni 10 Ore 5 Minuti 31 Secondi
Informati